Sezione Salute & Benessere

 

Responsabile: Maria Emilia De Leo

 


In Evidenza

LO STILE DIETETICO
Negli ultimi anni le nostre abitudini alimentari sono fortemente cambiate: e aumentata la tendenza a mangiare piu del necessario, con gli inevitabili squilibri nutrizionali che determinano un maggiore rischio verso gravi patologie quali obesita, ipertensione, arteriosclerosi, diabete, infarto e cancro. Spesso mangiamo troppo e male, conducendo una vita troppo sedentaria. E' fondamentale essere a conoscenza che un corretto stile dietetico e in grado di prevenire gran parte delle patologie che oggi ci affliggono. E' stato da tempo evidenziato che le diete ipocaloriche, con un giusto apporto di nutrienti essenziali, allungano notevolmente la vita.

Vediamo, pertanto, cosa fare per seguire oggi un corretto stile dietetico:

  • Selezionare del cibo secondo le stagioni e i colori;
  • Regolarita nel consumo dei pasti;
  • Attenta acquisizione delle informazioni sulle etichette alimentari;
  • Conteggio calorico degli alimenti;
  • Attenzione alla composizione, qualita e contenuto dei nostri nutrienti;
  • Corretta cottura e conservazione degli alimenti;

E' importante ricordare che una giusta alimentazione non si identifica solo con l'assunzione del cibo, ma anche con un corretto stile di vita.

ll cibo, infatti, è il nostro più grande alleato nel campo della prevenzione.

Il nostro organismo dispone di alcuni meccanismi di difesa ma se esposto ad una notevoli quantità di sostanze tossiche, può andare incontro ad uno STRESS OSSIDATIVO. Gli antiossidanti presenti in frutta,ortaggi e verdure sono in grado combatterlo e di effettuare un’efficace prevenzione verso molteplici patologie tra le quali quelle neoplastiche, autoimmuni e cardiovascolari. Molecole che introduciamo con la dieta possono esercitare a livello del genoma umano una regolazione sulla struttura di geni coinvolti in diverse patologie.

 

Assunzione dei pasti

Colazione

È il pasto più importante della giornata; deve essere abbondante, serve ad attivare efficacemente il metabolismo ed è utile per il controllo del peso corporeo.

Con la colazione bisogna introdurre circa il 20% delle calorie totali giornaliere: esse devono essere fornite principalmente dai CARBOIDRATI integrali (o ZUCCHERI COMPLESSI), in quanto essi forniscono energia di pronto utilizzo al nostro organismo ed in piccola parte da PROTEINE2 e GRASSI.

 

Spuntini

E' importante, a meta mattina o a meta pomeriggio, assumere un frutto o un centrifugato di frutta o verdura.

Pranzo

  • Deve fornire il 50% delle calorie totali giornaliere; e il momento per recuperare energia fisica e mentale; ottimale sarebbe assumere una quota proteica + verdure e frutta.
  • Le proteine sono previste a pranzo per stimolare e velocizzare i processi metabolici attraverso la stimolazione tiroidea ed epatica, per sostenere il tono nervoso e favorire l¡¦attivita della seconda parte della giornata.
  • Meglio preferire fonti proteiche ricche di Omega 33 o legumi. E' consigliabile non associare nello stesso pasto tipi di proteine differenti (carne e pesce, pesce e formaggio, carne e formaggio) e mantenere basso l'indice glicemico degli alimenti (al fine di evitare squilibri di glucosio o insulina).


Cena

  • Deve fornire il 30% circa delle calorie totali giornaliere: deve comprendere un minestrone o una minestra, delle proteine, un contorno, del pane e della frutta.
  • Deve garantire lo svolgimento ottimale delle funzioni fisiologiche nelle ore notturne, in particolare le funzioni epatiche di disintossicazione e ristrutturazione delle usure organiche e favorire un ritmo sonnoveglia fisiologico.

Per riassumere i principi di un corretto stile dietetico riportiamo una semplice piramide alimentare che riporta al vertice gli alimenti che dovrebbero essere consumati in piccole quantità e, scendendo, gli alimenti da consumare più frequentemente e in quantità maggiori

 LA PIRAMIDE ALIMENTARE

 

CONSIGLI UTILI


E' importante mangiare una buona parte di cereali integrali, in quanto piu ricchi di fibra alimentare, quest¡¦ultima particolarmente importante per rallentare la velocita di assorbimento del glucosio, determinando una minor richiesta di insulina e, pertanto, utile nella regolazione della glicemia.
- 5 porzioni di verdura, fresca di stagione o surgelata, cruda o cotta,scegliendola di colori sempre diversi.
- 3 porzioni di frutta fresca di stagione, variando nella scelta qualita e colori.
- 2 porzioni ¡Vcontenute-di cereali, preferibilmente integrali, al giorno scelte tra: pasta, polenta, riso, farro, orzo, fiocchi d¡¦avena.
- 1-2 porzioni di latte-latticini a basso contenuto di grassi o di soia e derivati.
- 2 porzioni di alimenti ricchi di proteine (favorire il consumo di pesce ricco di acidi grassi Omega 3- legumi, uova, carni magre non piu di una volta a settimana).
LA FIBRA (contenuta specialmente nella frutta e nella verdura) riduce il rischio di sviluppare diversi tipi di malattie come per esempio:

  •  obesita,
  •  sindrome del colon irritabile
  •  stitichezza
  •  diabete
  •  patologie cardiovascolari
  •  tumori



CARBOIDRATI COMPLESSI E CEREALI INTEGRALI
Preferire carboidrati complessi e cereali integrali perche hanno, il vantaggio di avere un basso indice glicemico (= capacita dell¡¦alimento di influenzare la glicemia; i carboidrati provocano un diverso aumento della glicemia),limitando al massimo gli zuccheri semplici, bibite zuccherate e dolci.
LEGUMI
Almeno 3 volte alla settimana secchi o surgelati: fave, ceci, lenticchie, piselli, fagioli, soia.
UOVA
Un uovo per non piu di 2 volte alla settimana.
ALIMENTI INDUSTRIALI
Evitare l'uso di alimenti industriali che avvelenano silenziosamente il nostro corpo.
ACQUA
La semplice, pura, fresca acqua e il piu indispensabile di tutti i nutrienti; mangiando regolarmente frutta e verdura, dobbiamo bere almeno un litro e mezzo o due nell¡¦arco della giornata.

 

Dott.ssa Emilia De Leo